Correggere il Caffè

Correggere il Caffè: cosa si può utilizzare

Fra le tante bevande a base di caffè, quella del caffè corretto è un’abitudine sempre più diffusa in Italia e prevede l’utilizzo di alcolici specifici per edulcorare ed esaltare gli aromi dell’espresso.

La correzione, contrariamente a quanto pensano in molti, non è un’operazione semplicissima, perché occorre sapere quali sono i giusti liquori per correggere il caffè, qual è il modo, il momento giusto e come dosare bene le quantità. Vediamo allora le migliori alternative.

Corretto alla grappa

La correzione del caffè con la grappa è molto diffusa soprattutto nelle Regioni del Nord Italia, come il Veneto l’Emilia Romagna, la Lombardia, il Trentino e la Val d’Aosta e viene utilizzata soprattutto nei mesi invernali. Non è difficile capirne il motivo, dato che la grappa è un distillato particolarmente consigliato per i periodi freddi. Per correggere il caffè alla grappa e dargli il giusto aroma è necessario aggiungere ad un espresso o ad un caffè lungo un quantitativo adatto di grappa (compreso tra 3 e 5 ml).

Corretto alla Sambuca

Per chi si chiede con cosa correggere il caffè, la Sambuca è un grande classico intramontabile. Questo corretto viene consumato in tutta Italia ed è molto amato per il sapore dolciastro e aromatizzato con dei fiori di sambuco e con dell’anice stellato. Anche in questo caso è necessario non eccedere con la quantità di sambuca per non togliere al caffè la sua cremosità.

Corretto all’anice

Tipico del meridione, soprattutto del Salento il caffè corretto con l’anice ha un sapore che ricorda quello della sambuca ma con un retrogusto più forte e amarognolo. Tra i liquori per correggere il caffè è quello con il sapore più tipicamente “estivo”, con note di freschezza, e merita sicuramente di essere provato, sempre non esagerando nella quantità di liquore.

Corretto al Baileys

Il Baileys è la famosa crema di whisky a base di panna ed è l’ideale per chi desidera correggere il caffè rendendolo molto dolce e gustoso. In questo caso le note della correzione assumono quasi le caratteristiche di un dessert, anche utilizzando pochissimi ml di liquore. Il caffè corretto al Baileys è generalmente molto apprezzato anche dal genere femminile.

Corretto al Brandy

Il caffè corretto al brandy è un altro grandissimo classico, dal sapore molto forte e inconfondibile. In questo caso non ci sono mezze misure e gli utilizzatori o lo amano o non lo gradiscono affatto. Si tratta infatti di una correzione che crea un sapore molto intenso e davvero particolare. Per stomaci forti!

Corretto internazionale

Dal resto del mondo arrivano altri interessanti spunti per valutare con cosa si può correggere il caffè. In Francia e in alcune zone della Spagna viene utilizzato un distillato di mele (Sidra in Spagna e Calvados in Francia). Le correzioni più frequenti in Spagna sono però quella con il rum, tipica dell’influenza sudamericana, e quella con l’Orujo, una ricercata acquavite che proviene dalla Galizia.

Consigli per correggere il caffè

Una giusta correzione del caffè si ottiene partendo da un caffè amaro, quindi non zuccherato. Sarebbe poi meglio lasciar sempre raffreddare un po’ il caffè dopo averlo preparato, in modo da non far evaporare l’alcol della correzione e preservare così la gradazione alcolica. Un corretto preparato nel modo giusto permette di migliorare la digestione. Ovviamente è necessario utilizzare uno dei liquori per correggere il caffè visti in precedenza, perché sono quelli che possono esaltare le note dell’aroma del caffè.

Correggere il caffè è un’operazione da svolgere con cura e attenzione, non superando mai una dose di 5 ml di liquore, in modo da non perdere la cremosità dell’espresso. Un caffè corretto nel modo giusto può risultare infatti intenso e avvolgente, tanto da appassionare molti consumatori.

Condividi sui Social
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
Immagine del banner call to action
x

Password dimenticata