Insalata di Rinforzo – Ricetta di Natale

Ricetta di Natale
  • Porzioni: 4
  • Tempo di preparazione: 15 m
  • Tempo di Cottura: 12 m
  • Pronto in: 27 m
Guarda il Video
Caricamento...
(0 / 5)

L’Insalata di Rinforzo: a Natale il sapore della tradizione!

Un piatto autentico della tradizione gastronomica napoletana? Sicuramente l’Insalata di Rinforzo! Ricca e colorata è una delle portate del menù natalizio e di fine anno, tradizionalmente servita come antipasto perché si dice prepari lo stomaco alle altre portate previste per la cena di Natale.

È una ricetta di antiche origini. Già presente infatti nel famoso manuale “Cucina Teorico – Pratica” scritto da Ippolito Cavalcanti Duca di Buonvicino per raccontare una parte importante della cucina napoletana ottocentesca. Un volume pubblicato nel 1837 per metà in italiano e metà in napoletano.

Ingrediente principe dell’insalata di rinforzo è il cavolfiore. In questa preparazione il cavolfiore viene lessato e condito con olio extravergine di oliva, aceto di vino bianco, olive, acciughe salate ed ingredienti dai sapori decisi come le papaccelle napoletane dolci e piccanti conservate sott’aceto.

La papaccella è un particolare tipo di peperone prodotto in campania con bacche piccole leggermente schiacciate ed arricciate. Ha sapore caratteristico e un profumo intenso. Facilmente reperibile in qualunque salumeria a Napoli nel mese di dicembre assieme alla “giardiniera”. La giardiniera invece è un composto di ortaggi conservati sott’aceto quali carote, cetrioli, sedani, cipolline, peperoni ed infiorescenze di cavolfiori. In questo periodo la giardiniera viene venduta anche all’etto oltre che in barattolo.

La procedura di preparazione dell’insalata di rinforzo è semplice. Tuttavia è necessario prestare attenzione alla cottura del cavolfiore che deve risultare croccante e cotto al dente. Pena la buona riuscita del piatto.

L’insalata di rinforzo è così chiamata per due motivi in particolare. Il primo in quanto è una pietanza anticamente servita per rinforzare il menù natalizio dedicato alla Vigilia, poiché essendo a base di pesce era considerato “di magro”. Il secondo in quanto è un piatto che si prepara a Natale e si “rinforza” ogni giorno fino a capodanno aggiungendo mano a mano gli ingredienti mancanti.

Condividi sui Social
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  

Ingredienti

  • Aggiungi alla Lista della Spesa +
  • Aggiungi alla Lista della Spesa +
  • Aggiungi alla Lista della Spesa +
  • Aggiungi alla Lista della Spesa +
  • Aggiungi alla Lista della Spesa +
  • Aggiungi alla Lista della Spesa +
  • Aggiungi alla Lista della Spesa +
  • Aggiungi alla Lista della Spesa +
  • Aggiungi alla Lista della Spesa +

Preparazione

  • Pulire il Cavolo

    Per preparare l’insalata di rinforzo è necessario iniziare dall’ingrediente principale di questa ricetta: il cavolfiore. Al momento dell’acquisto scegliete uno sodo e bianco, possibilmente senza macchie sulle cime. Qualora ci fossero basterà grattarle via con l’ausilio di un coltello. Sempre aiutandovi con un coltello procedete alla pulitura del cavolfiore eliminando il gambo e le foglie esterne. Dividetelo in cime e lavatelo sotto un getto di acqua corrente.

  • Bollire il Cavolo

    Fatta questa operazione lessatelo in acqua bollente salata per circa 10/12 minuti al massimo poiché per la buona riuscita del piatto è fondamentale che il cavolfiore risulti croccante, cotto al dente.

  • Raffreddare

    Scolatelo e lasciatelo raffreddare. Intanto preparate gli altri ingredienti: private le acciughe della lisca, sciacquatele e tagliatele in tre parti.; private dei semi le papaccelle dolci e piccanti e tagliatele a pezzettoni.

  • Vinaigrette

    In una ciotola a parte preparate una vinaigrette emulsionando olio, aceto e sale.

  • Condire

    Una volta che il cavolfiore si sarà raffreddato ponetelo in una insalatiera e conditelo con gli ortaggi sott’aceto, le papaccelle, le acciughe, le olive verdi e la vinaigrette che avete preparato.

Il Consiglio di Giò

  • Se vi piacciono potete aggiungere all’insalata di rinforzo anche olive nere e capperi dissalati.
    Per ottenere un risultato ottimale è determinante che tutti gli ingredienti fondano insieme i loro diversi sapori pertanto è consigliabile preparare l’insalata di rinforzo in anticipo (anche un giorno prima) e servirla a temperatura ambiente.

Giovanna De Sangro

Food Blogger

Giovanna De Sangro, food blogger italiana da sempre appassionata di cucina e scienze dell'alimentazione. Diplomata Economa Dietista e specializzata come Tecnico Esperto del Settore Agro alimentare e fondatrice del sito internet e video blog Cucina per te.

Leggi di Più
Chiamare all'azione immagine banner
x

Password Dimenticata