Struffoli (Natale)

( 0 su 5 )
Caricamento...
Save Recipe Cicerchiata
  • -4Porzioni+
  • 30 mTempo di preparazione
  • 30 mTempo di cottura
  • 60 mPronto in
Stampa Ricetta

Che Natale è senza gli Struffoli!

Gli struffoli sono uno dei dolci più caratteristici e rappresentativi della tradizione natalizia napoletana. È un dolce formato da tante piccole palline fritte, immerse nel miele e guarnite con frutta candita, confettini o codette di zucchero colorate.

A Napoli si utilizzano principalmente due tipi di confettini: i “cannellini” che all’interno hanno un aroma alla cannella e i “diavulilli” piccole palline di zucchero colorate.

Per quanto riguarda la frutta candita si utilizza l’arancia, il cedro, le ciliegie e la famosa “cucuzzata” ossia la zucca candita (reperibile solo a Napoli).

L’impasto degli struffoli è composto essenzialmente da farina, burro, uova, zucchero ed aromi come l’anice o il limoncello. Si ottengono così piccole tentazioni gradevolmente profumate, dalla consistenza friabile e dal sapore delizioso. Basta assaggiarne uno per poi continuare a mangiarne senza posa!

In passato a Napoli la preparazione degli struffoli era una tradizione dei conventi. Infatti le suore durante il periodo natalizio li preparavano e li donavano alle famiglie nobili che durante l’anno avevano effettuato donazioni o fatto atti di beneficenza.

Tuttavia gli struffoli pare non siano frutto della proverbiale creatività napoletana bensì sono stati importati dai greci al tempo della Magna Grecia.

Il nome “Struffoli” infatti deriva proprio dal greco “stróngylos” (pron. “strongoulos”). Questo termine tradotto significa “arrotondato” con riferimento alla forma tondeggiante del singolo struffolo.

Oltre alla Campania ci sono altre regioni, principalmente dell’Italia meriodionale, che preparano questo dolce. Con piccole varianti alla ricetta originale a seconda della regione e conferendo anche nomi diversi. Ad esempio: in Calabria sono chiamati “turdilli” ed hanno una forma molto simile agli gnocchi infatti si preparano utilizzando l’apposito attrezzino degli gnocchi o in mancanza i rebbi di una forchetta. In Umbria ed Abruzzo prendono il nome di “cicerchiata” con riferimento alla somiglianza per forma di ogni singola pallina ad un legume molto diffuso nella zona umbro-marchigiana: la cicerchia. Rispetto agli struffoli napoletani la cicerchiata si prepara nel periodo di carnevale. In Sicilia invece gli “Struffoli” perdono una “F” e diventano gli “Strufoli”.

Condividi sui Social
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ingredienti

Preparazione

  • Preparazione Impasto

    Per preparare gli struffoli formate una fontana con la farina, al centro ponete le uova intere, lo zucchero, il burro ammorbidito, lo zucchero vanigliato, l’anice, la buccia grattugiata del limone o dell’arancia, un pizzico di sale, un pizzico di bicarbonato e iniziate ad impastare.

  • Impasto Pronto

    Lavorate l’impasto fino a che non si staccherà dalle mani.

  • Realizzazione Struffoli

    A questo punto formate delle strisce tubolari poi tagliatele a piccoli tocchetti.

  • Friggere

    Friggete questi tocchetti in olio bollente.

  • Carta Assorbente

    Metteteli ad asciugare su carta assorbente.

  • Preparazione miele

    Intanto in una pentola capiente versate il miele, fatelo sciogliere a fuoco lento

  • Condire

    aggiungete la frutta candita tagliata a pezzetti. Spegnete il fuoco ed aggiungete gli struffoli. Girateli in modo da amalgamare bene tutto.

  • Decorazione

    Versateli su un piatto da portata. Decorate gli struffoli con i confetti, i diavolini e la frutta candita a pezzi più grandi.

Il Consiglio di Giò

  • Affinchè il miele intorno agli struffoli resti bello lucido, effettuate l'operazione di condimento a fuoco spento.

Informazioni Chef

Giovanna De Sangro

Food Blogger

Giovanna De Sangro, food blogger italiana da sempre appassionata di cucina e scienze dell'alimentazione. Diplomata Economa Dietista e specializzata come Tecnico Esperto del Settore Agro alimentare e fondatrice del sito internet e video blog Cucina per te.

Leggi di più
Immagine del banner call to action
x

Password dimenticata