Estratto di vaniglia fatto in casa

Estratto di vaniglia

I baccelli di vaniglia una volta privati dei semi non sono assolutamente da buttare, possono essere usati per dare il loro buonissimo aroma ad altri ingredienti (zucchero, latte, ecc ecc) ma il mio utilizzo preferito è preparare l’estratto di vaniglia a partire dai baccelli ottenuto tramite macerazione alcolica. Quello di cui avrete bisogno, oltre ai baccelli di vaniglia, sarà dell’alcol a 40° (potete utilizzare anche la vodka, il rum o la tequila bianca) e molta pazienza, infatti ci vorrà tempo prima di ottenere il nostro aroma casalingo.

Prendete un vaso di vetro e versateci l’alcol, aggiungete la vaniglia, chiudete e lasciate riposare 3-4 settimane agitando di tanto in tanto il barattolo ed aggiungendo i baccelli che vi avanzano dalle vostre preparazioni (per un buon risultato su 1/2 litro di alcol servono 8-10 stecche private dei semi). Col passare del tempo il liquido comincerà a diventare sempre più scuro, segno che sta assorbendo l’aroma. Se utilizzate il rum, la vodka o la tequila bianca i tempi raddoppiano.

vaniglia

Quella sopra è la versione a spreco zero, ma volendo potete anche prepararla con le stecche intere seguendo questa ricetta:
-500 ml di alcol alimentare a 40°
-4 baccelli di vaniglia
Incidete i baccelli nel senso della lunghezza e metteteli in un barattolo.
lasciate macerare per 3-4 settimane agitando di tanto in tanto.

Condividi sui Social
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Immagine del banner call to action
x

Password dimenticata